Che suono fa un cieco che incontra un monopattino?

Home News Che suono fa un cieco che incontra un monopattino?
Che suono fa un cieco che incontra un monopattino?

Che suono fa un cieco che incontra un monopattino?

Questa volta a scendere in piazza sono state le persone con disabilità. Si sono trovate davanti al Comune di Torino alle 14 di questo pomeriggio, lunedì 14 settembre 2020, e hanno portato le proprie rivendicazioni all’amministrazione comunale. Rivendicazioni sacrosante che vengono sollevate da ormai parecchio tempo.

Bene la mobilità dolce, ma a patto che non diventi una causa di discriminazione. Monopattini e biciclette in sharing parcheggiate a casaccio per chi ha una disabilità motoria o visiva sono vere e proprie barriere architettoniche che possono fare veramente male. Un non vedente che non si rende conto di un monopattino abbandonato in mezzo al marciapiede può finire con la faccia contro l’asfalto, ma lo stesso vale per un cittadino in carrozzina che può trovarsi con la strada sbarrata.

“Vogliamo sensibilizzare sul tema della mobilità dolce. Per noi le barriere architettoniche sono aumentate. Oltre agli scalini o alle automobili parcheggiate sulle strisce, adesso abbiamo anche i monopattini e le biciclette in mezzo ai marciapiedi”, racconta Emanuel Cosmin Stoica, referente Accessibilità e Mobilità per la Consulta per le Persone in Difficoltà.

“Abbiamo cercato di far capire al Comune che questo è un grave problema per noi. Il Comune si è preso l’impegno di dire ai gestori di essere molto più attenti a questo tema e di comunicare ai propri clienti il fatto che monopattini e biciclette non possono essere lasciati sui marciapiedi”, conclude Emanuel Cosmin Stoica, referente Accessibilità e Mobilità per la Consulta per le Persone in Difficoltà. I gestori con una comunicazione ai propri clienti dovranno dire in modo chiaro che non si può parcheggiare sui marciapiedi, neppure vicino ai muri.

Nelle prossime settimane ci saranno anche altri incontri con i capigruppi dei gruppi politici presenti in Comune e con i componenti della commissione Trasporti. Un nodo che dovrà essere affrontato sarà quello dei nuuovi stalli per i mezzi in sharing che verranno realizzati dal Comune, questi stalli infatti non sono vincolanti per chi utilizza i monopattini.

 

Click qui per l’intervista ad Emanuel Cosmin Stoica:

https://www.torinotoday.it/video/emanuel-cosmin-stoica-protesta-piazza-palazzo-citta.html

 

Fonte: Torinotoday

 

 

 
Call Now Button
Carattere
Contrasto