punto okPunto pass
Aiutaci a segnalare le barriere della tua città, per migliorare l'agibilità di strade, mezzi e strutture!

3 dicembre 2015 - Giornata dedicata alle scuole

Organizzata in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2015. Tema di questa edizione “Tutti a scuola di Pari Opportunità”.

20/2/2019 Al via un programma di eventi sull’autismo

Dal prossimo mese di marzo, e fino alla fine di giugno, sarà attivo presso il bistrot BiStrani un programma di eventi che avranno l'obiettivo di offrire un approfondimento su numerosi argomenti relativi all'autismo con incontri, laboratori, momenti conviviali. Il primo incontro martedì 5 marzo.

20/2/2019 CORTOMETRAGGI: I miei primi passi

Questo week end arriva a Torino il seminario CORTOMETRAGGI: i miei primi passi della Compagnia teatrale il David, punto di riferimento per l’arte sorda. L’appuntamento è sabato 23 febbraio alle 15:45 all’Antico Teatro in corso Unione Sovietica 220/D.

15/2/2019 ATC: aperte le domande per il fondo sociale regionale

Da lunedì 18 febbraio fino a martedì 30 aprile presso gli sportelli attrezzati da Atc in via Arquata 2/a-b sarà possibile accedere al Fondo Sociale Regionale dell’anno 2018 per coloro che vivono in una casa popolare e si trovano in una situazione di morosità incolpevole.  

15/2/2019 Avigliana supera le barriere architettoniche

Mercoledì 20 febbraio 2019 alle ore 18.30 verrà presentato in conferenza stampa il progetto “Avigliana for all” attivato dal comune di Comune di Avigliana in collaborazione con la Consulta per Persone in difficoltà. L’appuntamento si terrà presso la sala del Consiglio comunale in piazza Conte Rosso 7, 10051 Avigliana. L’incontro è aperto a tutti i cittadini interessati, alle associazione del territorio e ai giornalisti.

8/2/2019 PROROGA per DOMANDE ASSUNZIONE PERSONE CON DISABILITA'

AVVISO IMPORTANTE: PROROGA PRESENTAZIONE DOMANDE ASSUNZIONE PERSONE CON DISABILITA’ BANDO CITTA’ DI TORINO. 

Risultato ottenuto. Anche a seguito delle sollecitazioni inviate dalla CPD al Direttore dell’Agenzia Piemonte 

Disabilità intellettive. No alle "strutture ghetto".

23/11/2018

Immagine: Disabilità intellettive. No alle "strutture ghetto".

La dignità della persona e il diritto a una vita indipendente e autodeterminata è la motivazione principale delle richieste avanzate dalle associazioni che si occupano di tutela dei diritti delle persone con disabilità intellettiva e autismo. “No alle strutture troppo grandi”, è stato detto.

La delegazione di dieci sigle è stata ricevuta in Consiglio regionale dal presidente Nino Boeti, dal consigliere segretario Giorgio Bertola e dal presidente della quarta Commissione Domenico Rossi. In sala erano presenti numerosi consiglieri e consigliere.

I vari interventi hanno puntato a richiedere che non avvenga l’accreditamento regionale delle strutture residenziali che prevedono un numero di posti letto superiore a cinque più cinque. Ad avviso delle associazioni, tale accreditamento va negato anche nel caso di accorpamenti ad altri nuclei o ad altre strutture adiacenti, per evitare realtà giudicate “simili ad une vera e propria detenzione e ghettizzanti”. Strutture troppo grandi rischiano oltretutto di essere percepite dalla collettività locale come “problema”.

“La qualità delle condizioni di vita deve prevalere sulle esigenze di bilancio e sui profitti delle aziende o cooperative che gestiscono i servizi” hanno più volte sottolineato.

Più nuclei in una stessa struttura comporterebbero poi un forte disagio tra gli operatori con una ricaduta sulla qualità del servizio e minore attenzione nei confronti della singola persona e del suo progetto di vita.

Le associazioni si sono mostrate contrarie alla realizzazione a Moncalieri di due strutture residenziali nello stesso stabile per un totale trenta persone. Contrarietà espressa anche per Pinerolo, dove una comunità alloggio starebbe per trasferirsi in una struttura residenziale da ottanta posti.

Molte testimonianze sono state di genitori coinvolti direttamente, preoccupati per quella che hanno definito “la non corretta applicazione della legge sul dopo di noi”, che prevede per i disabili ambienti familiari di vita e una collocazione il più possibile simile alle normali abitazioni.

Le richieste verranno fatte pervenire agli assessori alla Sanità e alle Politiche, Antonio Saitta e Augusto Ferrari.

 

Fonte: Consiglio Regionale Piemonte

Con il contributo di

Compagnia di San Paolo
Fondazione CRT

menu dx Gli amici della Consulta su Facebook I video della Consulta su Youtube

Per essere sempre aggiornato sulle attività della Consulta, iscriviti alla nostra newsletter:
22/10/2014 "Se Arianna": storia di una famiglia

"Se Arianna" è il titolo di un libro che racconta la storia di una ragazzina di 19 anni con disabilità grave e della sua famiglia.

9/9/2014 Siamo belli anche noi

Un viaggio di Franco Fontana tra le opere di Palazzo Madama a Torino. Una mostra. Un libro: emozioni e riflessioni.

28/7/2014 L'uomo che dipingeva il silenzio

È il silenzio che circonda il protagonista di questo intenso romanzo, ha sempre vissuto nel silenzio, Augustin, perché è nato sordo. Il libro è stato finalista all’Orange Prize for Fiction.