punto okPunto pass
Aiutaci a segnalare le barriere della tua città, per migliorare l'agibilità di strade, mezzi e strutture!

3 dicembre 2015 - Giornata dedicata alle scuole

Organizzata in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2015. Tema di questa edizione “Tutti a scuola di Pari Opportunità”.

14/12/2018 Montagna per Tutti 2018-2019

Come ogni inverno si rinnova la rassegna di appuntamenti di Montagna per Tutti: ciaspolate diurne, crepuscolari, fiaccolate, escursioni, attività per famiglie e tanto altro.

12/12/2018 Premiazione Concorso “Non arrendersi mai”

Si sono conclusi questa mattina gli eventi organizzati dalla CPD in occasione delle celebrazioni della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2018. Questa settimana si sono svolti 3 appuntamenti dedicati alle scuole per costruire con gli adulti di domani un futuro all’insegna delle pari opportunità, dove la voglia di mettersi in gioco per se stessi e per gli altri sia la chiave vincente per una società inclusiva.

10/12/2018 Piccole mani in concerto

Associazione Rubens presenta "Piccole mani in concerto", venerdì 14 dicembre, serata di Natale, dalle ore 21.00 alle ore 22.30. Corso Unione Sovietica 220/D (ingresso accessibile in Via San Marino 10). Offerta libera.

7/12/2018 Abbandonati dalla sanità piemontese

Segnaliamo due eventi: martedì 11 dicembre 2018 presso il Comune di Torino dalle 15.30 alle 17.30 presentazione del testo "Abbandonati dalla sanità piemontese", giovedì 13 dicembre 2018 presidio davanti all'ASL Torino di via San Secondo 29 dalle ore 8.00 fino alle ore 11.00

7/12/2018 Convegno "Dall’arte per tutti all’arte di tutti"

Quattro opere d’arte realizzate da artisti con disabilità sono entrate a far parte della collezione delle OGR di Torino, che hanno ospitato, in occasione della Giornata internazionale delle persone con Disabilità, il convegno “Dall’arte per tutti all’arte di tutti”.

La donna che insegna a toccare il suono

18/5/2011

Immagine: La donna che insegna a toccare il suono

Si è svolto il 12 maggio alle ore 21 a Roma il concerto  ‘Il suono della Terra’ di Evelyn Glennie, la percussionista e compositrice scozzese sorda dall’età di 8 anni. Dame Evelyn ha incontrato i responsabili delle Associazioni, i volontari e tutte le persone che lavorano con i disabili, per ascoltare l’esempio di una persona che nella vita è riuscita a superare quello che a volte può essere un ostacolo e diventare una grande musicista.

Evelyn è una percussionista famosa e nonostante il danno all’udito la chiamano a suonare orchestre di tutto il mondo. Per lei la musica é vibrazione interna del corpo, qualcosa in cui sprofonda, che ogni volta è diverso e la fa sentire una cosa sola con la bacchetta e il tamburo, come fossero prolungamenti di sé. Evelyn Glennie suona le percussioni e perciò è normale che senta la musica come vibrazione. Ciò che è meno comune in lei è l'incapacità di sentirla in altro modo, e cioè come tutti gli altri.
Spiega che "ognuno ha la sua frequenza cui è più sensibile e che deve scoprire, partendo dalle più basse, che sono le più facili da avvertire, e quando l’ha scoperta la deve sviluppare, deve lavorarci coinvolgendo tutto il corpo». Ma anche che, se vuole essere libero e indipendente, un sordo deve imparare a leggere il movimento delle labbra e non il sistema ghettizzante del linguaggio dei segni.

Fonte: La stampa

Con il contributo di

Compagnia di San Paolo
Fondazione CRT

menu dx Gli amici della Consulta su Facebook I video della Consulta su Youtube

Per essere sempre aggiornato sulle attività della Consulta, iscriviti alla nostra newsletter:
22/10/2014 "Se Arianna": storia di una famiglia

"Se Arianna" è il titolo di un libro che racconta la storia di una ragazzina di 19 anni con disabilità grave e della sua famiglia.

9/9/2014 Siamo belli anche noi

Un viaggio di Franco Fontana tra le opere di Palazzo Madama a Torino. Una mostra. Un libro: emozioni e riflessioni.

28/7/2014 L'uomo che dipingeva il silenzio

È il silenzio che circonda il protagonista di questo intenso romanzo, ha sempre vissuto nel silenzio, Augustin, perché è nato sordo. Il libro è stato finalista all’Orange Prize for Fiction.