punto okPunto pass
Aiutaci a segnalare le barriere della tua città, per migliorare l'agibilità di strade, mezzi e strutture!

3 dicembre 2015 - Giornata dedicata alle scuole

Organizzata in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2015. Tema di questa edizione “Tutti a scuola di Pari Opportunità”.

18/1/2019 E' nato il bambino operato in utero per spina bifida

È nato all’IRCCS Ospedale San Raffaele il bimbo che appena qualche mese fa, quando si trovava ancora in utero alla 22esima settimana di gravidanza, era stato sottoposto ad un intervento di correzione micro-neurochirurgica completa della spina bifida mediante una tecnica innovativa.

18/1/2019 Para ice Hockey a Torino

Para ice Hockey, VIII torneo Internazionale di Torino, dal 21 al 26 gennaio presso il palaghiaccio Tazzoli, via Sanremo 67, Torino.

11/1/2019 Legge 13/89: ritardi nella liquidazione dei contributi

LEGGE 13/89: scandaloso ritardo nella liquidazione dei contributi! Invitiamo i cittadini con disabilità residenti in Piemonte, che sono in attesa di ricevere il contributo per domande presentate negli anni 2011, 2012, 2013, di darne comunicazione alla CPD.

11/1/2019 Convegno

Diritti in Movimento. Convegno Protagonista della tua vita fino alla fine. Conoscere per scegliere. Tutela Giuridica, Patrimoniale e Socio-assistenziale. 22 Gennaio 2019 RSA Carlo Alberto, Corso Casale 56, Torino. Dalle ore 16.30.

11/1/2019 Nuovi importi invalidità e limiti reddito 2019

Quanto spetta nel 2019 ai cittadini che hanno diritto all’invalidità civile, all’accompagnamento, alla pensione per i ciechi e i sordi, all’assegno sociale, all’indennità di frequenza e a tutte le altre prestazioni legate all’invalidità? Nell'articolo tutte le cifre.

"Se Arianna": storia di una famiglia

22/10/2014

Immagine: "Se Arianna": storia di una famiglia

Se Arianna camminasse, parlasse, corresse, come qualsiasi ragazzina della sua età…ma Arianna, quando era neonata, è stata vittima di un’emorragia cerebrale che le ha gravemente danneggiato il cervello. Vive tra il letto e la sedia a rotelle, frequenta la scuola e il centro diurno, circondata dall’amore della sua famiglia. Ma come dice la sua mamma, la definizione “diversamente abile” suona come un eufemismo, perché Arianna non ha nessuna abilità. Il danno che il suo cervello ha subito è irreversibile, e c’è da gioire se le sue condizioni restano stazionarie e non ci sono peggioramenti all’orizzonte…

È una storia dolorosa ma si legge, in realtà, d’un fiato. Il racconto è vivace grazie alla struttura narrativa. Quattro voci si alternano: Anna, che racconta della sua bambina e della sua vita; il marito Davide, medico neurologo, in prima linea con Anna nella battaglia quotidiana per far sentire bene, per quanto possibile, la figlia; Alice e Daniele, gli altri due figli “normodotati” della coppia, nati dopo Arianna. Queste quattro voci ci fanno capire, senza censure, cosa si prova in una situazione simile. A partire dalle gelosie che possono nascere, per esempio, fra bambini quando una sorella “vampirizza” ogni energia e attenzione dei genitori… Salvo poi capire, crescendo, che questa sorella, come una farfalla con le ali tarpate, è una persona da amare e un membro irrinunciabile della famiglia, che finisce per plasmare anche l’identità degli altri.

“Se Arianna” di Anna Visciani, costo 12 euro.

Fonte: elle.it

Con il contributo di

Compagnia di San Paolo
Fondazione CRT

menu dx Gli amici della Consulta su Facebook I video della Consulta su Youtube

Per essere sempre aggiornato sulle attività della Consulta, iscriviti alla nostra newsletter:
22/10/2014 "Se Arianna": storia di una famiglia

"Se Arianna" è il titolo di un libro che racconta la storia di una ragazzina di 19 anni con disabilità grave e della sua famiglia.

9/9/2014 Siamo belli anche noi

Un viaggio di Franco Fontana tra le opere di Palazzo Madama a Torino. Una mostra. Un libro: emozioni e riflessioni.

28/7/2014 L'uomo che dipingeva il silenzio

È il silenzio che circonda il protagonista di questo intenso romanzo, ha sempre vissuto nel silenzio, Augustin, perché è nato sordo. Il libro è stato finalista all’Orange Prize for Fiction.