Cerimonia di premiazione

Premio Giornalistico

Paolo Osiride Ferrero

Seconda Edizione - 18 giugno 2024

Image

Museo Regionale di Scienze Naturali, Via Accademia Albertina 15, Torino
  • Ore 18.00 – inizio accredito
  • Ore 18.30 – inizio evento
Sono invitati a portare i saluti:
  • Alessandra Locatelli – Ministro per le Disabilità
  • Raffaella Attianese – Vice Prefetta di Torino
  • Jacopo Rosatelli – Assessore della Città di Torino
  • Anna Maria Poggi Presidente Fondazione CRT
  • Francesca Bisacco – Presidente CPD
Interverranno:
  • Marco Andriano - Content Creator
  • Claudio Arrigoni - Giornalista della Gazzetta dello Sport
  • Luigi Contu – Direttore Agenzia ANSA e Presidente della Giuria del Premio Giornalistico
  • Valentina Tomirotti - Giornalista e attivista
  • Fabrizio Vespa - Giornalista e Coordinatore del Premio
Modera: Carla Piro Mander - Giornalista ed esperta in comunicazione istituzionale. Durante la serata, dopo i saluti delle aziende partner ASTM S.p.A., Avio Aero e Reply, verranno consegnati i premi della seconda edizione del Premio Giornalistico, per le categorie Carta Stampata, Radio e TV, Web e social.L’evento sarà seguito da un long cocktail e con l’occasione sarà possibile visitare il Museo Regionale di Scienze Naturali.Per info: segreteria@cpdconsulta.it / 3408859385


I VINCITORI E LE VINCITRICI Del Premio Paolo Osiride Ferrero


Premio Carta stampata e un assegno di 2.000 euro ad Antonio Mira per l’articolo “Cercarla anche se non è facile”, pubblicato sul bimestrale cartaceo “La Via Libera” (n. 23 del 2023)


Image

ANTONIO MARIA MIRA - detto Toni, nato a Roma il 5 gennaio 1954, sposato e con quattro figli, è collaboratore del quotidiano Avvenire dopo esserne stato caporedattore, inviato speciale e editorialista curando le inchieste e i dossier di approfondimento. È membro dell'Osservatorio su ambiente e legalità di Legambiente ed è tra i collaboratori del dossier annuale "Ecomafie". Fa parte della Commissione Consultiva Permanente di Avviso pubblico, del Comitato scientifico del bimestrale "lavialibera" il progetto editoriale di Libera e del Gruppo Abele, del Comitato scientifico del Centro Internazionale di Documentazione sulla Mafia e del Movimento antimafia di Corleone, del Comitato scientifico del progetto “Libera il bene” promosso da Libera e dalla Conferenza episcopale italiana. È membro del Comitato scientifico dell’Osservatorio Placido Rizzotto della Flai Cgil sul caporalato e lo sfruttamento.


Premio Radio e TV e un assegno di 2.000 euro a Laura Berti e Lidia Scognamiglio per il servizio andato in onda il 25 dicembre 2023 su TG2 Medicina 33.


Image

LAURA BERTI - Nata a Roma il 26 novembre 1959, laureata in Lingua e Letteratura Angloamericana all’Università La Sapienza con Master in Giornalismo presso la Luiss, è giornalista professionista dal 1993. Ha lavorato per il Messaggero, Paese Sera, Espresso e TMC. È caporedattrice del TG2, dal 2014 è conduttrice e curatrice della rubrica TG2 “Medicina 33”. Sempre per il TG2 è stata inviata in Etiopia, Africa Centrale, Sudafrica, Canada, Romania e Bulgaria oltre a essere autrice di numerosi dossier a sfondo scientifico.

LIDIA SCOGNAMIGLIO - Nata a Napoli, vive e lavora da anni a Roma. Laureata in Lettere moderne, si è specializzata alla Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia. Nel 2007 è diventata giornalista professionista e ha iniziato il suo percorso in Rai, inizialmente a Rainews24 e al Giornale Radio Rai mentre dal 2008 è al TG2 nella rubrica Medicina 33 e nella redazione di Scienze. Si è sempre occupata di medicina, cercando di dar spazio nei servizi anche al risvolto umano delle persone e dei pazienti. 


Premio Web e Social e un assegno di 2.000 euro a Elena Magagnoli per l’articolo “UE: le donne con disabilità sono vittime di sterilizzazione forzata” pubblicato su La Svolta quotidiano online il 7 dicembre 2023.


Image

ELENA MAGAGNOLI - Autrice freelance, laureata in Giurisprudenza all'Università Bocconi, scrive di diritti umani, questioni di genere e cultura. Collabora con La Svolta, La Nazione e Luce!


Premio Speciale al LAD – Liceo Artistico del Design per la comunicazione visual del Premio Giornalistico Paolo Osiride Ferrero.


Image

LICEO ARTISTICO DEL DESIGN - Per la grande creatività e per lo spirito innovativo applicato al design con cui i giovani studenti del LAD si sono dedicati al tema dei media e della disabilità, dando vita a un simbolo che esprime meglio di qualunque altro i valori LAD e gli obiettivi del Premio Giornalistico.